15 gennaio 2017 ~ 1 Commento

Dopo la circolare sulle società in odontoiatria cosa cambia? Il DiDomenica del 15 gennaio 2017

Certamente la notizia della settimana è quella della circolare con cui il Ministero dello Sviluppo Economico ha ribadito che per svolgere “l’attività di studio odontoiatrico” in forma societaria si deve attivare una Società tra Professionisti, con le relative conseguenze.

Abbiamo approfondito il tema riportando pareri di autorevoli esperti che confermano che la circolare non porta sostanziali novità sul piano normativo anche se ha riaperto la discussione sulla possibilità per le società di capitale di offrire prestazioni odontoaitriche. Le implicazioni, invece, potrebbero essere sul piano pratico.

Il MiSE, infatti, conferma la posizione dell’Ufficio del Registro di Trento che ha rifiutato l’iscrizione di una Srl come attività odontoiatrica. Se la posizione verrà rispettata su tutto il territorio nazionale, non sarà più possibile ottenere una partita iva come studio odontoiatrico per le società che non siano attivate come StP. Anche se queste sono di “proprietà” di un iscritto all’Albo degli odontoiatri.

Cosa dice la circolare (vai all’articolo)

Per dare un quadro il più preciso possibile sull’argomento, abbiamo portato una serie di parei di autorevoli professionisti, dell’istituzione ordinistica dei sindacati di categoria.

Intervista al Segretario nazionale Sandro Sanvenero che afferma che solo le StP operano nella legalità (vai all’intervista)

La posizione della CAO Nazionale (vai all’articolo)

Il parere dell’avvocato Silvia Stefanelli (vai al parere)

Il commento dell’esperto sulle autorizzazioni sanitaria (vai al parere)

Il commento di ANDI: soddisfazione, chiederemo gli Uffici del Registro di adottarla (vai al commento)

Il commento di AIO: soddisfazione, ora serve che vengano rispettate le regole (vai al commento)

Abbiamo anche poi ricordato cosa sono le Società tra professionisti, dove si differenziano dalla “normali” società e quali le differenze dal punto di vista fiscale (vai all’articolo)

Norme

Nei poliambulatori la direzione sanitaria potrà essere svolta anche da un iscritto all’Albo degli odontoiatri. Ad indicarlo è una circolare FNOMCeO in risposta ad un quesito del presidente CAO Varese Jean Louis Cairoli che sottolinea l’importanza del parere che “conferma il ruolo paritetico tra medico ed odontoiatra”. (vai alla notizia)

Parlamento

Il Senato ha approvato il DDL sulla responsabilità professionale dei medici aumentando le tutele dei professionisti in tema di contenzioso. Il testo ora torna alla Camera per la terza lettura prima di diventare legge. (vai all’articolo)

ll premier Gentiloni ha firmato il decreto sui nuovi Lea che entreranno in vigore solo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma la loro adozione spetta poi alle singole Regioni. Rispetto al testo originario presenta alcune novità ma non per l’odontoiatria rimangono (sulla carta) tutte le prestazioni ma sono sempre meno i cittadini che potranno accedervi gratuitamente e poi c’è l’incognita tempi di attesa. (vai all’articolo)

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali